lunedì 21 novembre 2011

Perchè vogliono imporci la Moneta Elettronica?



Tutti i Governi degli ultimi anni, da Prodi a Berlusconi fino all'attuale Monti, hanno sempre proposto la graduale scomparsa del denaro contante (con costi aggiuntivi per chi preleva o versa liquidità sul conto), sostituito dalla moneta elettronica: pagamenti con carte di credito, bonifici, assegni, tutto tranne il denaro contante. La soglia dei pagamenti cash è scesa negli ultimi tempi dai 12.500€ a 5.000€ e, successivamente, all'attuale livello dei 2.500€.
Adesso il governo tecnico di Monti (N.B.: eletto dalle banche, ma non eletto democraticamente da alcun cittadino) ha proposto una nuova soglia ai pagamenti in contanti di 1000€.
Monti il 17/11/2011 ha dichiarato in Parlamento: "Occorre ulteriormente abbassare la soglia per l'uso del contante, favorire un maggior uso della moneta elettronica".

Perchè tutto questo?

Il governo afferma che si tratti di una soluzione utile alla lotta dell'evasione fiscale, in quanto tutte le transazioni vengono registrate e si può meglio controllare tutti i pagamenti che avvengono tra clienti, fornitori, consumatori.

FALSO per la seguente ragione: il grosso dell'evasione fiscale (cosiddetti 40 miliardi di sommerso di cui parla l'A.B.I.) non riguarda le piccole-medie imprese che hanno un giro di affari modesto, bensì le grandi corporations, proprio quelle S.p.A. che nascondono al fisco milioni e milioni di euro, attraverso transazioni segrete in qualche conto bancario o hedge fund con sede nei paradisi fiscali. Il vero evasore non è il fruttivendolo sotto casa, ma i manager che risiedono nei CdA delle multinazionali e gli speculatori finanziari che spostano gli utili all'estero in posti come Panama, Cayman, Jersey, etc.. 

Le vere ragioni insite in questa proposta sulla moneta elettronica sono due:

1) stampare denaro per le banche COSTA: la sua gestione (stampa, trasporto, distribuzione) in Europa costa 50 miliardi di euro l'anno, 10 di questi spesi dall'Italia.
In Europa sono in circolazione oltre 14 miliardi e 418 milioni di banconote per un valore di 857 miliardi di euro.
Se si eliminasse il denaro cartaceo le banche eliminerebbero quindi anche il valore intrinseco delle banconote (ossia il costo necessario a produrle, intorno i 0,30€ a banconota stampata), giovando unicamente dell'addebito delle stesse al valore nominale.
Precisazione: sono le banche ad emettere\stampare le banconote; lo Stato può emettere solo monete metalliche attraverso la cosiddetta Zecca di Stato.

(quantità delle banconote in circolazione ad Ottobre 2011 - fonte B.C.E.)

2) controllare la vita dei consumatori, capire i loro gusti, i loro movimenti sul territorio, le loro scelte, attraverso la registrazione di tutti i loro acquisti. Senza dubbio un bel vantaggio per le società che fanno ricerca di marketing e possono tempestare i consumatori di "consigli per gli acquisti" realizzati su misura delle loro prede.

Di questo passo si arriverà all'eliminazione totale del denaro contante e andremo in giro acquistando beni\servizi solo con carte di credito e su di esse ogni movimentazione dovrà essere certificata. 
Ricordo che la moneta è uno strumento atto a facilitare gli scambi commerciali, non ad ostacolarli. 
Ravviso quindi, oltre ad un'operazione che è a tutto vantaggio del sistema bancario (eliminazione dei costi di emissione della moneta) ed in cui è racchiuso uno strumento di controllo di massa (registrazione di tutte le transazioni), anche un grave ostacolo al benessere dell'individuo. Nel momento in cui il sig.Rossi perderà il lavoro, non potrà rifinanziare la sua carta di credito\conto bancario e di conseguenza non potrà effettuare gli acquisti necessari per la sua vita, poichè il macellaio, il salumiere, il supermarket sotto casa, il benzinaio, saranno obbligati per legge a non accettare più pagamenti in contanti. 
Quali alternative avrà il sig.Rossi? Chiedere magari un prestito a banche\finanziarie, fino ad ipotecare i suoi beni reali, unicamente per poter sopravvivere? 
La moneta elettronica, che adesso spacciano come soluzione all'evasione fiscale, se attuata al 100% non sarà altro che l'ennessima vittoria dell'oligarchia bancaria sui cittadini.

Salvatore Tamburro

39 commenti:

  1. Assolutamente daccordo con il secondo punto ovvero quello della tracciature degli acquisti (una cosa che si avvicinerebbe spaventosamente ad una realtà già riscontrata ovvero quella della tessera sanitaria)...non ho capito molto bene il problema del primo punto in quanto sarebbe, a mio avviso, troppo palese per tutti una possibile speculazione anche sulla materia prima monetaria...tuttavia credo di parlare a nome di tutti dicendo che è arrivata l'ora di mettere al loro posto questi rampanti di nuova generazione a calci nel culo e leggi che tutelino uno Stato, non la Casta.
    Distinti Saluti Gabriele

    RispondiElimina
  2. Scusa ma mi sembra una esagerazione.
    Oltre alle grandi evasioni che -sono d'accordo- dovrebbe essere prese tra le maglie di una legislazione che non lasci buchi, ci sono le miriadi di evasioni-ricatti a cui siamo costretti a sottostare ogni giorno. Perche' quando il dentista ti fa il conto con e senza iva, nessuno va a chiergli la fattura, e finisce che lui ha il SUV BMW e la villa e non solo perche' e' bravo. E' cosi' lo sappiamo tutti e allora facciamo in modo di non mettere nessuno nella penosa imbarazzante condizione di doversi vergognare di chiedere una ricevuta. Io ho bancomat e CC da quando ho iniziato a lavorare e da sempre uso per ogni acquisto per cui sia possibile (in Svezia ci facevo la spesa al supermercato con la CC ed era una comodita' unica) e nessuno mi ha mai bombardato di pubblicita'. Se e' per quello i cookies che ogni sito contiene non fanno altro che personalizzare le pubblicita' in base ai siti che navighiamo, altro che cc. Ultimo e non meno importante, i pagamenti elettronici renderebbo piu' difficile la vita a chi deve riciclare denaro da guadagni illeciti, e mi sembra che in Italia questo sia un argomento non da poco.
    Saluti
    Pierluigi

    RispondiElimina
  3. Per quanto riguarda il dentista è lui ad essere con la coscienza sporca ben sapendo che nessuno gli chiederà la ricevuta ad un sostanziale "sconto" sulla prestazione...
    Per il resto può anche essere vero anche se è un discorso che, purtroppo, dipende dalla malizia che ci metteranno in questo progetto...e cmq a me non andrebbe proprio di far sapere cosa faccio e dove sono nel preciso momento in cui sto comprando un paio di scarpe

    RispondiElimina
  4. La moneta elettronica serve essenzialmente a tracciare una persona e sancirne la sua morte.
    Spiego la seconda parte.
    Ipotiziamo che io ed un bel gruppo di persone/amici siamo "dissidenti" rispetto all'attuale società. Ci curiamo prevalentemente presso naturopati, magari siamo impegnati in eventi di sensibilizzazione verso certe tematiche "calde"... un bel giorno ops... i nostri conti sono bloccati o peggio vuoti...

    RispondiElimina
  5. Per quanto riguarda il dentista (ma potrebbe essere anche un idraulico o un tecnico qualsiasi), della coscienza sporca se ne frega altamente, e questo perche' purtroppo in quanto a "senso civico" a rispetto degli altri e delle regole noi Italiani non eccelliamo affatto. Se cosi' non fosse potremmo avere la massima liberta' e pure continuare a pagare le tasse senza problemi e senza la necessita' che vengano introdotti sistemi di tracciabilita' dei pagamenti. Per quanto riguarda l'ipotesi dei "dissidenti" sa tanto di film complottista americano, un po' esagerata come ipotesi. A parte il fatto che anche oggi, per assurdo, potrebbero bloccarti il conto corrente e il bancomat e visto che non credo lo stipendio te lo paghino in contanti, quindi non c'e' molta differenza.
    Ciao
    Pierluigi

    RispondiElimina
  6. Io concordo pienamente con Salvatore.
    La moneta elettronica è esclusivamente un metodo di controllo sociale se non altro relativamente a chi la propone.
    Se al potere ci fossero i dodici apostoli crederei nella loro volontà ecologista o di razionalizzazione delle risorse (se la moneta deve essere unità econometrica non deve necessariamente essere materiale, un pallottoliere, degli appunti su un tacquino o, infine, dei bit su una carta possono svolgere la stessa funzione). Ma se a proporre questo strumento sono i personaggi della Bce e della Trilateral che in altre sedi hanno parallelamente avanzto misure restrittive della libertà, faccio due più due.

    RispondiElimina
  7. Milena Gabanelli adesso su (la 7) propone di eliminare il contante per combattere il "sommerso"! Ma non dovevamo liberarci delle banche che hanno fatto profitti speculando con i nostri soldi???????? Qualcosa non mi torna piu'!!!! Rimango sempre più dell'idea che ci vogliono togliere qualsiasi libertà rendendoci schiavi se come ormai si ventila da più parti questo sarà il nostro destino.....!!! E la Gabanelli che delusione!!!

    RispondiElimina
  8. io davvero non riesco a capire come possano le persone essere così fiduciose che tutto quello che viene fatto sia sempre e soltanto a favore del cttadino.....ma quando lo capirete che non servono milioni di indizi per avere la certezza della colpa??? ma secondo voi in un mondo dove vengono create ad arte le crisi economiche pensate davvero che sia un' ipotesi così utopistica e irrazionale quella descritta nell' articolo?? io spero vivamente che voi persone ottimiste abbiate ragione....ma nel frattempo mi documento per bene da fonti certe e non mi limito all' opinione personale....

    RispondiElimina
  9. Sono pienamente daccordo con Jacopo:
    Il criterio secondo cui ognuno dvrebbe basarsi adesso come adesso è "CREDERE FINO A PROVA CONTRARIA"...poichè è sicuramente meglio dire:"Credevo fosse una congiura e invece ero io paranoico", piuttosto che dire:"Pensavo andasse tutto bene e invece..."

    Il discorso sostanzialmente è incentrato su un problema assai più insidioso della tracciabilità dei conti e quant'altro, ovvero QUALE USO SI POTREBBE FARE CON I MIEI DATI BANCARI E LE MIE TRANSAZIONI??

    La domanda purtroppo si risponde da sè!!!

    Saluti Gabriele

    RispondiElimina
  10. non sarebbe il caso di parlare del legame tra moneta elettronica e microchip?

    il progetto alla lunga sembra proprio quello

    in ogni caso ottimo articolo

    RispondiElimina
  11. Ultima trovata di Monti, la moneta elettronica al di sopra dei 300€.
    Monti non scopri nulla di nuovo, questa è una forma di controllo delle masse già prevista dagli avvoltoi del NWO,non una forma di lotta all'evasione fiscale. un preludio al microchip sottocutaneo che porterà al totale controllo delle popolazioni. Monti, sappiamo chi sei e con chi mangi, tornatene ad insegnare ai quei Bocconi dei tuoi discepoli, non abbiamo bisogno di te, per guidare l'Italia Nazione, non sei idoneo...BOCCIATO!

    RispondiElimina
  12. chi difende tanto il contante o è un ladro o è un evasore fiscale. Chi paga le tasse non teme di pagare col bancomat. poi sai cosa gliene frega al governo di sapere in quale pizzeria vado a mangiare il sabato sera....
    che si preoccupino invece coloro i quali vanno a prostitute, si drogano, spacciano o fanno attività criminali di racket o chiedono il pizzo.
    senza il contante non si possono pagare prostitute, non si possono chiedere pizzi (come li paghi con bonifico?) non ci sarebbero clandestini o ROM che vanno in giro a svaligiare case.
    chi difende tanto il contante o è un evasore fiscale o è un ladro

    RispondiElimina
  13. Se il signor Rossi perde il lavoro... a mio avviso, non avrà i soldi per finanziare la carta di credito... ma tantomeno avrà contanti da poter utilizzare, quindi non vedo dove sia il problema...

    RispondiElimina
  14. "Chi è pronto a dar via le proprie libertà fondamentali per comprarsi briciole di temporanea sicurezza non merita né la libertà né la sicurezza." (Benjamin Franklin)

    Se faranno sparire il contante subentrernno le transazioni in oro, argento o dollari.
    Succede in tutti i paesi dove scarseggia il contante. Informatevi.

    Chi crede che vietare il contante sia utile alla lotta alla fantomatica "evasione fiscale" è un infante.

    Quanto al ricihamo al "senso civico", se chi lo ha citato ne avesse un briciolo, correrebbe in piazza a urlare che ci hanno cancellato la Costituzione Italiana, che la nostra Nazione è sotto dittatura.

    Invece tutti qui a fare i moralizzatori da rivista patinata, a parlare di prostitute, pizzi e racket.

    Spegnete la TV, i film Hollywood-iani vi fanno male.

    RispondiElimina
  15. Monast Serge (1994) "Secondo i molti rapporti che abbiamo ricevuto, crediamo che inizierà con qualche tipo di disastro economico in tutto il mondo. Non un crash completo, ma abbastanza per permettere loro di introdurre una sorta di in-tra moneta che introduca denaro elettronico a sostituire tutte le carte o denaro in circolazione. La nuova moneta elettronica dovrà essere utilizzata per forza da tutti al fine di evitare che capiscano che le persone che hanno soldi e non sono dipendenti da essi potrebbero essere proprio quelli che monterebbero un insurrezione contro di loro. Se ognuno è dipendente dalla moneta elettronica, non si può finanziare una guerra di ribellione che sarebbe stata finanziata dalla moneta tradizionale, quindi: la carta moneta cesserà di esistere. Questo è uno dei primi segni." http://ilrisvegliodellacoscienza.blogspot.com/2011/01/1994-segnali-dal-passato-i-programmi.html

    RispondiElimina
  16. Lol quante cazzate spari Tamburro. E la gente ti crede pure!! Ma è certo, dopotutto sei laureato in economia e hai fatto una tesi sul signoraggio! Ops, aspetta, ma era una triennale. Ops, aspetta, ma se chiediamo ai tuoi relatori della tesi entrambi prendono le distanze da quello che hai scritto! Come mai? Perchè sono tutte cazzate, come quelle che scrivi qui!
    Sono 5 anni che parli di signoraggio e ancora non hai capito che con il cartaceo non è la differenza tra valore nominale ed intrinseco.
    parli di controllo degli acquisti e praticamente metà della popolazione italiana già pagata col bancomat.
    Ma poi spiegami una cosa:"Nel momento in cui il sig.Rossi perderà il lavoro, non potrà rifinanziare la sua carta di credito\conto bancario e di conseguenza non potrà effettuare gli acquisti necessari per la sua vita, poichè il macellaio, il salumiere, il supermarket sotto casa, il benzinaio, saranno obbligati per legge a non accettare più pagamenti in contanti. "
    Perchè adesso come avrebbero fatto? Sorriso e promessa di pagamento? prestito di amici?
    Sei proprio un ignorante fazioso.

    RispondiElimina
  17. Beh de stronzate ne ho lette in qulche post...ma queste poi.
    Se a voi fautori della moneta elettronica piace una realtà così fate pure io me ne dissocio, anche perchè il tanto citato BANCOMAT ancora adesso, E PER FORTUNA CHE SIA COSì, deriva da una scelta di comodità del cittadino, non gli viene imposto.
    -Riguardo al SENSO CIVICO caro anonimo mi sembra che tra tutti il moralista sei prorpio te, che invece di parlare dovreesti un attimo girarti intorno e vedere la realtà delle piazze di cui parli così concitatamente...e ricordati che la realtà non è solo l'Italia...badate bene tutti che questa situazione è avvenuta a causa di nazioni diverse dalla nostra le quali ora puntano il dito contro l'Europa e chiedendo interventi drastici (che naturalmente pagheremo noi)
    -infine riguardo a QUEL GENIO Cche ha scritto,cito testuali parole:
    "chi difende tanto il contante o è un ladro o è un evasore fiscale. Chi paga le tasse non teme di pagare col bancomat. "
    Caro sig Benpensante de sta fava evita certe evacuazioni dal tuo cervello...ti faccio presente che mio padre è uno di quei pochi che non paga con bancomat e ha lavorato per 40 anni,
    PAGANDO sempre le tasse...anche ora che è in pensione gli vengono detratte imposte per pagare pezzi di merda assenteisti delle ASL e quant'altro...

    Invece di sparare minchiate accendi il cervello, e fallo carburare!!!


    PS:Firmatevi!!!!!!!! Gabriele

    RispondiElimina
  18. 3) terzo motivo:
    e se fosse sopratutto per finanziare le Banche (che non se la passano troppo bene in questo periodo), modo molto semplice per lasciare nelle loro casse denaro liquido a costo ZERO, anzi a pagamento perché poi le operazioni costano così come la tenuta dei conti (mentre gli interessi sono ridicoli) ?

    RispondiElimina
  19. ci studierò sopra ma a istinto sono favorevole alla eliminazione del denaro contante.
    Primo: in una società complessa se vogliamo che ci sia una libertà reale per tutti(e non che qualche furbo sia sempre più "libero" degli altri) ci si deve mettere in testa che ognuno deve rinunciare a un pò della propria libertà personale(infatti sono anche a favore delle intercettazioni telefoniche come strumento di controllo dell'illegalità: chi non ha nulla da nascondere perchè deve temerlo, dico sempre che se vogliono possono ascoltare i miei dialoghi, chisssenefregaaaa!!!), se anche sono a conoscenza di come e dove spendo i miei soldi chissseenefreeega???!!!!
    Secondo: non mi pare un buon argomento dire che ci sono anche altri problemi e che questo della moneta contante non risolverebbe i tanti problemi che ha l'italia. Beh intanto facciamo questo passo, poi si faranno gli altri. Tanto abbiamo visto come stanno andando adesso le cose: un delirio, e alla fine si avantaggia solo chi può comportarsi illecitamente.
    Terzo: le banche ne avrebbero dei vantaggi? tanto le banche se vogliono comportarsi male lo fanno comunque, per questo ci vorrebbe una autority di controllo efficiente. Se si comportano bene a me va bene che risparmino facendo risparmiare anche noi clienti!!!

    Studierò...

    RispondiElimina
  20. Mi pare una esagerazione quella che con la moneta elettronica si crea una premessa per rendere i cittadini non più liberi. Ora in effetti molti cittadini sono liberi, ma di fare cosa? di evadere, di fare i furbi, di nascondere i propri privilegi. Gli italiani sono formidabili, vogliono essere liberi, tutelati, felici, contenti e... farsi gli affari che convengono a loro. Il senso del pubblico? non esiste, non li riguarda. Quello che conta sono le proprie tasche(e questo vale in buona parte sia nei normali cittadini che nella classe dirigente, purtoppo dico sempre che semplicemente gli italiani hanno ciò che si meritano, nulla di più e nulla di meno) La storia recente insegna...

    RispondiElimina
  21. Senza contare che ogni transazione elettronica ha un costo per l'esercente. Voglio vedere pagare 4 euro ad un panettiere con la carta....e i prezzi aumenteranno. Senza contare i costi annuali delle carte e per prelievi e ricariche!!

    RispondiElimina
  22. Sicuramente le banche avranno costi inferiori e sarà più facile tracciare i gusti delle persone a fini di marketing.
    Però:
    - si ci sono i grandi evasori ma prendendo tutti quelli piccoli messi insieme a che cifre arriviamo? Anni fa ho acquistato dei vestiti in un grosso negozio di abbigliamento e il titolare non ha voluto la carta di credito prefenrendo contati e niente scontrino. A fine giornata quanto avrà evaso? Io ho lasciato la la merce e non sono più andato a fare acuisti li. Il problema si risolve cmq con contanti e chiedendo scontrino. Poi è questione di principio anche se evadono 10 euro noi cittadini dobbiamo fare in modo che non succeda perché sono soldi che rubano agli onesti!
    - più sicurezza avendo molto meno contante in cassa un benzinaio diventa meno appetibile per un rapinatore
    - per il privato è più facile monitorare cosa spende e come lo spende dall'estratto conto, basta imparare a farlo
    - non credo che aumenteranno i costi della transazione, anzi diminuiranno visto che crescerà il numero di transazioni
    - se non hai soldi non li hai a prescindere che usi la carta o meno!

    RispondiElimina
  23. semplice c'è da tempo nel cassetto dei potenti la realizzazione di una moneta unica a livello globale adesso non mi ricordo il nome della moneta ma il primo esemplare è gia stato coniato anni fa, bhe fino a quando andranno in giro vari tipi di moneta la moneta unica non potra mai scendere in campo, se invece tutti utilizzassimo la moneta elettronica il cambio e l'attuazione di questa moneta unica sarebbe molto più facilitato dato che comunque a noi non cambierebbe nulla visto che non avremmo moneta contante in tasca e quindi saremmo più propensi all'ascesa diq uella moneta unica globale che potremmo spendere in tutti i luoghi del mondo e senza cambi...ecco perchè, rimane il fatto che è un mio punto di vista che può essere appogiato o meno ma io rimango della mia idea, tagliate tutte le carte e i bancomat.
    Io l'ho già fatto da 4 anni ormai e non ne sento la mancanza, spendo anche meno :)

    questa ne è la prova

    http://youtu.be/YUeocknHzxo

    RispondiElimina
  24. Utilizzo carte credito = Maggiore profitto x banche e carte credito + costi per chi le usa.
    Gli esercenti ovviamente dovranno applicare commissioni (lo fa da sempre la Ryanair sotto gli occhi di tutti).
    Se paghi 100 euro in un negozio, per la cronaca, lui li prende 97 e 3 se li prende la banca.

    RispondiElimina
  25. Utilizzo contante = io voglio vivere come dico io e non come mi impongono gli altri, e non per questo essere essere perseguitato come evasore.

    RispondiElimina
  26. Ma scherziamo?! Il primo passo da fare è proprio eliminare gradualmente il contante. Tracciabilità del denaro = minore evasione fiscale. E vale per TUTTI. Che poi debbano essere abbinate leggi sulla privacy che consentano di non divulgare alcune notizie è un altro paio di maniche. A me non interessa se lo stato o le banche sanno dove e quando spendo, tanto lo riescono a sapere già adesso e un ulteriore controllo potrebbe servire anche per la risoluzione di molti processi. A me importa che non possano divulgare mie notizie, che è diverso. Comunque mettetevi in testa che viviamo in una collettività che ha voluto darsi delle regole. Allora è indispensabile fare il possibile affinché tali regole siano uguali per tutti. In caso contrario meglio farne a meno. Questo non vuol dire che io non riconosca l'esistenza di una sorta di "casta intoccabile" e che non la voglia debellare.

    Luca

    RispondiElimina
  27. Casta intoccabile = Banche
    Eliminazione contante = Ulteriore rafforzamento e predominio della casta.
    Privacy = Tranquilli tanto le banche e le carte di credito vi fanno firmare la liberatoria tanto i dati li tengono, pare vero, solo loro, nel cassetto ?........
    Evasione fiscale = Che tutti chiedano la ricevuta ma e' tanto difficile ? Non te la fanno ? E vai dai negozianti/artigiani seri ma e' tanto difficile ? Cosi' quelli che non la fanno smettono automaticamente di lavorare.
    Evasione fiscale = Ma la fa chi usa 300 euro o chi fa girare 30.000 euro tramite altri canali ?

    RispondiElimina
  28. esistono i conti correnti dormienti e i cittadini dormienti ma nel sonno parlano e parlano e parlano... ora mentre vagate nel paese delle meraviglie provate tirare fuori la testa dalle bottiglie
    http://www.youtube.com/watch?v=5YANjIKfNEo

    Iniziamo a chiudere il cerchio e a guardare in faccia alla realtà anche se il risveglio potrà sembrare angosciante è ora di alzarsi!
    http://www.youtube.com/watch?v=-C8UWnzid2I

    Gabriele A

    RispondiElimina
  29. https://www.facebook.com/notes/kaldari-report/tutti-pronti-per-lattacco-finale-montico-contro-indovinate-chi/282154928487862

    RispondiElimina
  30. Aggiungerei un altro motivo: le "macchinette" per i pagamenti elettronici di carte di credito costano agli esercenti 300-500 euro all'anno... a beneficio delle banche o di loro associate...
    Dato che solo un quarto degli esercizi commerciali privati ne è in possesso (e quasi NESSUNO degli enti Pubblici!), possiamo immaginarci l'enorme guadagno che ne deriverebbe
    F.

    RispondiElimina
  31. l'agenda va avanti

    RispondiElimina
  32. secondo me e' una buona idea ( alla quale avevo pensato gia qualche tempo fa )quella di eliminare il contante... ma al 100% ! non dovrebbe esistere neanche nelle casse delle banche! con i dovuti controlli della guardia di finanza potrebbe essere un buon sistema non solo per eliminare l'evasione fiscale ( a tutti i livelli) , ma ache per ridurre drasticamente la criminalita in molte delle sue forme: ragionate un'attimo e vi renderete conto che la maggior parte dei reati di questa societa' di natura non violenta e' ricollegata ai soldi ( furto, spaccio, estorsione ,sfruttamento della prostituzione, falso in bilancio , truffa il famoso "pizzo" delle mafie ecc... tracciando gli spostamenti di denaro tutte queste "transazioni" non sarebbero giustificabili dai beneficiari e facilmente denunciabili dalle vittime. comunque il vero problema dell'economia e' il signoraggio bancario , eliminandolo si potrebbe vivere benissimo ( siamo tra i paesi piu ricchi del mondo anche se ultimamente ce ne stiamo dimenticando) bisognerebbe far si che gli stati stampassero la loro moneta e non le banche !ma tanto questa soluzione non la applicheranno mai.

    RispondiElimina
  33. LEGGETEVI "IL PIU' GRANDE CRIMINE" DI PAOLO BARNARD

    RispondiElimina
  34. siete tutti deisognatori e ignoranti,
    il gestore del blog ha ragione
    serve solo a controlalre perchè NON GARANTISCE NESSUNO che tali dati sull uso delle carte non siamo usati per conoscere le nostre abitudini, quindi SIAMO TUTTI UN GRANDE BORDELLO
    solo una vera rivoluzione, CULTURALE, è capace di rovesciare questo REGIME
    badate bene ho detto CULTURALE anche se viene di dire ARMATA òe quello che i politici stanno combinando
    POTESSERO MORIRE tutTI

    RispondiElimina
  35. Non si tratta di un fatto solo itliano, ma mondiale..arrivasse un altro governo, anche quello dovrebbe sottostare alla volontà del grande fratello chiamato Banca Mondiale! Il problema che abbiamo noi qui è di mandare a calci questi nostri politici per furto e per azioni incostituzionali come ad esempio alzare i propri stipendi togliendo il cibo ai pensionati, e ne passo di altretanto vergognose...

    RispondiElimina
  36. apoteosi di qualunquismo e luoghi comuni.
    "Il vero evasore non è il fruttivendolo sotto casa, ma i manager che risiedono nei CdA delle multinazionali". E' ovvio che la magnitudine del giro di affari e' differente, ma se I'll fruttivendolo sotto casa o I'll (povero) panettiere, descritto come un martire, evade anche solo 1 euro, e' colpevole, nel principio, tanto quanto la multinazionale. E' questa filosofia di "gradi" di giudizio soggettivo che ha mandato I'll paese in bagnarola, ovvero LADRO e' LADRO, non importa l'ammontare. L'ammontare fa la pena, non diluisce o giustifica I'll principio. Anche perche' I'll figlio del fruttivendolo, vedendo che I'll padre accetta e evade anche solo un euro, dopo aver finito gli studi, magari pagati anche attraverso sacrifici di evasione, diventera' un manager affermato che accettera' senza indugio I'll concetto di evasione nell'ambito della sua multinazionale. Cominciamo tutti a rispettare le regole e chiamare Ladri I Ladri, tutti. Senza mettersi qui a fare voli pindarici e filosofici per schierarsi con I ladri "buoni" o con quelli "cattivi". Poi, che c'entra lo stampare moneta con le transazioni economiche. In un mondo di ladri, appunto, dove primi ministri passati, consigliavano ad amici imprenditori di affrontare la crisi con un po' di "nero", e' una manna dal cielo avere la tracciabilita' delle transazioni. Proprio per evitare quelle evasioni o quei giochetti cari a chi genera posti di lavoro con comportamenti illeciti e con business basati su evasioni. Ma gli italiani che fanno? Seguono I'll principio della legalita' o preferiscono un posto di lavoro in una aziendina guidata da un bandito padrone che preferisce navigare nel "nero" (che e' proprio quello che la liquidita' spinta permette? Dove e' finita la dignita' della gente italiana? Venduta al mercato delle opportunita'? E poi l'ultima chicca, lo Stato Grande Fratello che vuole conoscere I bisogni e le necessita' di 60 milioni di persone (per fare cosa poi, che non I'll governo non ha neanche gli occhi per piangere.... E le transazioni non ti dicono mica per chi voti, che e' piatto piatto quello che interessa, infatti fb e twitter sono piu' interessanti per I politici...), come fosse una grande Apple con un sistema avanzatissimo di CRM..... Magari. Magari davvero lo vendessero anche alle societa' di marketing. Almeno si affronterebbe la realta' che la gente muore di fame. Articolo francamente inutile e demagogico. Scusate l'intervento.

    RispondiElimina
  37. è antropologicamente interessante la sicumera di chi difende la moneta e riesce a non domandarsi come mai in paesi più evoluti (cioè con meno evasione fiscale, con meno corruzione, con meno fondi neri) si compra con la carta di credito anche una cocacola. E' importante non domandarselo, perchè sennò poi tocca rispondersi e si corre il rischio (remoto per certi commentatori) di capire

    RispondiElimina